Non esiste business senza un’adeguata strategia di marketing. Vale per tutti i settori: fashion, food, digital, editoria, discografia. E vale anche per il mercato immobiliare.

Sai che esiste una figura che rende perfette le case da vendere? Si chiama Home Stager ed è quel professionista che rende possibile il matrimonio tra l’interior design e il marketing immobiliare.

Tuttavia ad oggi, i cambiamenti politici, sociali, culturali e ambientali, hanno permesso l’ingresso, sul mercato immobiliare, di una nuova figura professionale, potremmo dire parallela e complementare all’Home Stager: il Green Stager.

Scopriamo come lavorano queste due figure professionali nel mercato immobiliare, soprattutto quando hanno a che vedere con immobili di prestigio, e le differenze del loro lavoro.

green-stager

La figura professionale dell’Home Stager

L’Home Stager si occupa di rendere praticamente perfetto un immobile da vendere, unendo strategie di marketing a competenze di architettura d’interni.

Allestire gli interni di un immobile per un potenziale cliente, soprattutto se si tratta di un immobile di lusso, non è una cosa semplicissima ed è per questo che non è sufficiente la figura professionale dell’interior designer. Questa figura, infatti, generalmente lavora sul cliente finale e sui suoi desideri.

L’Home Stager deve invece prevedere, immaginare, sapere che, con alcune modifiche e mettendo in luce determinati pregi, quell’immobile verrà venduto prima di subito e, senza negoziare troppo sul prezzo, permetterà la vendita dell’immobile ad un prezzo maggiore.

greenstager

Green Stager: di cosa si occupa questa nuova figura professionale

Se fino a ieri avevamo sentito parlare di Home Stager nel mercato immobiliare di lusso, da oggi ci presenta una nuova figura: il Green Stager.

Il Green Stager è un professionista che opera parallelamente all’Home Stager ed interviene sull’immobile migliorando tutti gli aspetti che riguardano la sostenibilità.

Intervenendo in questo senso su di un immobile, il Green Stager ne permette la vendita in tempi molto brevi e con anche una certa maggiorazione del prezzo di vendita.

Come nasce questa nuova figura professionale

E’ stato il substrato culturale ha far nascere questa figura professionale: ad oggi un immobile non si valuta solo per la sua bellezza o per la sua convenienza, ma anche per la sua sostenibilità ambientale.

Questo fattore è infatti molto importante: ad oggi, ha sensibilizzato la vita di moltissime persona.

Molti degli interventi legati alla figura del Green Stager fanno capo a tutti quei lavori di ristrutturazione che migliorano l’eco sostenibilità dell’immobile.

Via libera quindi a lavori che intervengono sul sistema energetico, quali:

  • isolamento
  • illuminazione
  • riscaldamento
  • climatizzazione

Via libera ai materiali utilizzati che devono, ovviamente, essere quanto più vegetali e amici dell’ambiente. In questo senso la bio edilizia, anche se è un argomento in voga, è molto dibattuto e non tutte le ditte si sono già specializzate in questo. Pertanto, è molto importante fare attenzione a chi ci si affida.

Il Green Stager, non solo saprà consigliare i venditori migliori per ottenere le soluzioni ideali ad ottimizzare i consumi e rendere l’immobile più sostenibile, ma sarà il supporto più valido per confrontarsi con la possibilità di accedere alla detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia ed ottenere incentivi ed eco bonus previsti per determinati lavori di ristrutturazione.

chi-è-il-green-stager

Home Stager o Green Stager: a quale figura affidarsi?

Il Green Stager esclude quindi l’Home Stager?

No, queste due figure professionali si completano e si supportano nell’ambito di una strategia di vendita il cui scopo ultimo è, appunto, la vendita dell’immobile.